sette-curiosità-su-Raffaella-Carrà
Cultura,  Televisione

Sette curiosità su Raffaella Carrà
Ricordiamo la più grande showgirl italiana con sette curiosità sulla sua straordinaria vita.

Scoppia, scoppia…ci scoppia il cuor! Parafrasando le celebri parole della canzone di Raffaella Carrà, vogliamo ricordare la più grande showgirl italiana con sette curiosità sulla sua straordinaria vita.

Raffaella Maria Roberta Pelloni, cantante, ballerina, conduttrice televisiva e attrice italiana, si è spenta il 5 luglio 2021 a Roma, dopo 78 anni dedicati al suo pubblico, all’arte e alla televisione. L’annuncio è stato dato da Sergio Japino, con cui è stata legata a lungo. Nelle sue ultime disposizioni, Raffaella ha chiesto una semplice bara di legno grezzo e un’urna per contenere le sue ceneri.

Ecco le sette curiosità su Raffaella Carrà.

Il cognome per recitare. Forse pochi sanno che lo pseudonimo Carrà, fu ideato dal regista Dante Guardamagna poiché appassionato di pittura. Egli associò il suo vero nome, Raffaella, che ricorda il pittore Raffaello Sanzio, al cognome del pittore Carlo Carrà. Lo pseudonimo, però, nacque per la carriera cinematografica, che non decollò mai, e non per quella televisiva, con la quale invece otterrà successo e fama a livello internazionale.

Icona arcobaleno. Raffaella Carrà è considerata un’importante icona gay, sia per la sua immagine, sia per la sua musica, spesso utilizzata durante i gay pride e le feste LGBT, tanto che la Carrà ha ricevuto il premio di “icona gay mondiale” al World Pride di Madrid nel 2017. Solo pochi mesi fa, nell’autunno 2020, il quotidiano britannico The Guardian incorona Raffaella Carrà come sex symbol europeo, definendola «l’icona culturale che ha insegnato all’Europa le gioie del sesso». Non dimentichiamo che la Carrà ha sdoganato l’ombelico in tv!

Immortale nel vocabolario. Citando il vocabolario Treccani “carrambata” s. f. (iron.) è una situazione che ricorda momenti tipici del programma televisivo «Carràmba! che sorpresa», condotto da Raffaella Carrà dal 1995. La carrambata indica per tutti gli italiani un “incontro inatteso con una o più persone con le quali si erano persi i contatti”.

Mamma a distanza. La showgirl non ha mai avuto figli ma ha adottato vari bambini a distanza in molte parti del mondo. Fu proprio il tema delle adozioni a distanza che la spinse a condurre, nel 2004, uno speciale alla tv spagnola chiamato Contigo ma anche Amore, in Italia, un programma televisivo del 2006.

Curiosità al quadrato. Una curiosità su Raffaella Carrà è che nella stagione 1986/1987, quando condusse Domenica in, cantava la sigla d’apertura, che era appunto Curiosità, che fu una delle prime sigle della TV italiana ad essere realizzata attraverso grafiche elaborate al computer.

Gli amori della Carrà. Importanti e conosciute sono state le relazioni con Gianni Boncompagni e con Sergio Japino e il flirt con Frank Sinatra. Ma la Raffaella nazionale ebbe anche una lunga storia (durata otto anni) con il calciatore della Juventus Gino Stacchini e un colpo di fulmine con il cantante Little Tony.

Attrice bambina. La sua carriera cinematografica incominciò molto presto quando partecipò, come attrice bambina, a soli otto anni, al film di Mario Bonnard Tormento del passato (1952), nel quale interpretò il personaggio infantile di Graziella. Ecco un fotogramma della Carrà da piccola.

Raffaella_Carrà_in_Tormento_del_passato_(1952)-a-otto-anni
Raffaella Carrà a otto anni nel 1952

Solare e piena di vita, la ricorderemo per sempre per la sua risata che era già da sola un vero e proprio passo di danza!

Se l’articolo vi è piaciuto potete seguirci anche sui nostri Social, così rimarrete sempre aggiornati!

 

RSS
Facebook
Pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

back to top