Cinque-curiosità-su-Dante
Cultura

Cinque curiosità su Dante
...e del Divin Poeta che si chiamava Durante!

Siete curiosi di conoscere Dante a trecentosessanta gradi? Allora dovete assolutamente leggere le cinque curiosità su Dante. L’indiscusso padre della lingua italiana ha legato il suo nome indissolubilmente alla sua Comedìa, divenuta celebre come Divina Commedia (l’appellativo “Divina” fu attribuito da Boccaccio), la più grande opera scritta in lingua italiana e uno dei maggiori capolavori della letteratura mondiale. La prima volta per il titolo “La Divina Comedia” è stata in quella dell’edizione a cura di Ludovico Dolce del 1555. Titolo azzeccato, visto che la chiamiamo da allora così (doppia emme a parte), no? Ma veniamo alle nostre cinque curiosità su Dante.

Ecco le Cinque curiosità su Dante Alighieri

Cinque curiosità su Dante

  1. Per prima cosa il nome. il suo vero nome era Durante in onore di un parente ghibellino.  Il suo nome venne successivamente abbreviato in Dante così come tutto noi lo conosciamo. Strano ma vero!
  2. Dante era un cavaliere. Conosceva a perfezione battaglie e luoghi che ha splendidamente raccontato nella sua opera. Fu cavaliere e partecipò anche ad alcune campane militari.
  3. Aveva un’ottima memoria. Dante era quello che si definirebbe un uomo dalla supermemoria. Conosceva anche delle mnemotecniche proprio per rafforzare i ricordi.
  4. Per gli appassionati dell’oroscopo vi confessiamo che Dante era del segno dei Gemelli così come lui stesso evidenziava durante la salita all’Empireo. Era nato infatti nel maggio del 1265.
  5. Alla sua morte non aveva ancora pubblicato l’ultima cantica. Il figlio di Dante pubblicò, infatti, postuma la parte finale dell’opera.

Che ne dite di questi spunti? Un bel modo per osservare il Divin Poeta da un inedito punto di vista proprio quest’anno che ricorrono i 700 anni dalla sua morte. E se al termine della pandemia vorreste fare un viaggetto proprio dedicato a Dante? Niente paura, ci siamo noi a darvi delle dritte sui luoghi da riscoprire sulle orme di Dante in un prossimo post.

Se vi è piaciuto l’articolo condividetelo sui vostri canali social.

Buon lavoro!

RSS
Facebook
Pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

back to top