30 curiosità sul festival di Sanremo 2023
Cultura,  Musica

30 curiosità sul festival di Sanremo 2023
Ecco tutte le curiosità sui cantanti dell'edizione 73 del festival

Cresce la febbre per il 73esimo festival della Canzone italiana, che si terrà al Teatro Ariston dal 7 all’11 febbraio 2023. Potevamo esimerci dal comunicarvi 30 curiosità sul festival di Sanremo 2023? Certo che no!

Pronti? Partiamo subito dalla prima: Amadeus è il conduttore e direttore artistico di Sanremo 2023, per la quarta volta di fila, questa volta è affiancato alla conduzione da Gianni Morandi. Le co-conduttrici sono: Chiara Ferragni, Francesca Fagnani, Paola Egonu e Chiara Francini.

Eccoci alla seconda curiosità: nonostante non avrebbero dovuto esserci artisti italiani non in gara, in realtà potrete trovare molti nomi noti coinvolti a vario titolo nella kermesse: Mahmood e Blanco apriranno il Festival la prima sera, quando i super ospiti saranno i Pooh. Al Bano e Massimo Ranieri saranno ospiti nella seconda serata del Festival. I Måneskin saranno al Festival e si esibiranno durante la terza serata. A bordo della Costa Smeralda ancorata al largo di Sanremo ci saranno SalmoFedezTakagi & Ketra e Guè. Mentre in Piazza Colombo si esibiranno Piero PelùFrancesco Renga e NekAchille LauroAnnalisa e La Rappresentante di Lista.

I cantanti in gara al Festival di Sanremo 2023

Le prossime 28 curiosità riguarderanno i cantanti in gara. Una curiosità per artista (in ordine squisitamente alfabetico).

Anna Oxa – “Sali (Canto dell’anima)”: la cantante parteciperà per la 15esima volta alla kermesse e vanta ben due vittorie (una in coppia con Leali nel 1989, l’altra nel 1999).

Ariete – “Mare di guai”: pseudonimo di Arianna Del Giaccio, nata ad Anzio il 27 marzo 2002, deve il suo nome d’arte al suo segno zodiacale.

Articolo 31 – “Un bel viaggio”: il gruppo di J-Ax, che festeggia più di trent’anni dalla sua fondazione, si chiama “Articolo 31” in riferimento alla famigerata Section 31 del Broadcasting Authority Act, una legge emanata dal parlamento irlandese nel 1976 in seguito ai disordini in Irlanda del Nord, che costituiva una seria minaccia alla libertà di manifestazione del pensiero in quel paese.

Colapesce Dimartino – “Splash”: il un duo musicale formatosi nel 2020 dalla collaborazione artistica tra i cantautori siciliani Lorenzo Urciullo, in arte Colapesce, e Antonio Di Martino, conosciuto semplicemente come Dimartino ha realizzato una divertente collaborazione nel 2021, la canzone “Toy Boy” con Ornella Vanoni.

Colla Zio – “Non mi va”. Si definiscono un collettivo di cinque ventenni cresciuti insieme che se non fanno musica non sanno cos’altro fare, inventandosi mille lavori per pagarsi la sala prove.

Coma_Cose – “L’addio”: i due componenti, Francesca Mesiano e Fausto Zanardelli si sono conosciuti in quanto colleghi di lavoro poiché entrambi erano commessi presso un negozio di borse e articoli da regalo.

Elodie – “Due”: Tra le sue influenze musicali, la cantante cita Etta James, Raf, Kaytranada, Nina Simone, Carmen McRae, Miley Cyrus, Giorgia e Lucio Battisti ma anche Mina, definendola «una donna così libera e forte».

Gianluca Grignani – “Quando ti manca il fiato”. È stato uno degli ultimi cantanti a duettare con Lucio Dalla. Infatti nella serata dei duetti del Festival di Sanremo 2012 (l’ultima partecipazione televisiva del cantautore bolognese) ha affiancato Pierdavide Carone e Dalla nella canzone Nanì.

gIANMARIA – “Mostro”: È diventato noto nel 2021, quando ha preso parte alla quindicesima edizione del talent show X Factor e, dopo aver superato le fasi iniziali, si è classificato secondo sotto la guida della mentore Emma

 

Gli altri cantanti in gara al Festival di Sanremo

30 curiosità sul festival di Sanremo 2023
30 curiosità sul festival di Sanremo 2023

Proseguiamo le 30 curiosità sul festival di Sanremo 2023, con gli latri cantanti dalla G alla W!

Giorgia – “Parole dette male”: già vincitrice del Festival definì la sua vittoria del 1995 “Una figata!”

I Cugini di Campagna – “Lettera 22”. Vecchi esordienti, quest’anno al Festival di Sanremo 2023 porteranno una canzone scritta dalla Rappresentante di Lista.

Lazza – “Cenere”. Il rapper milanese è solito utilizzare il linguaggio “riocontra” (contrario al contrario) nelle proprie produzioni, ovvero l’invertire le sillabe delle parole per generare rime caratteristiche.

LDA – “Se poi domani”. Sappiamo di non rivelare nulla di nuovo, ma il cantante uscito ad Amici dell’anno scorso, è il figlio di Gigi D’Alessio.

Leo Gassmann – “Terzo cuore”. Secondo figlio d’arte di quest’edizione (ma anche nipote in questo caso), inizia ad approcciare la musica all’età di 7 anni con la chitarra classica, in seguito, a 9 anni entra nel conservatorio di Santa Cecilia, per poi passare solo al canto.

Levante – “Vivo”. La cantautrice ha una figlia che si chiama Alma Futura, con il primo nome che significa portatrice di vita, Futura, beh…Dalla insegna, se è una femmina si chiamerà Futura.

Madame – “Il bene nel male”. Pseudonimo di Francesca Calearo, ha frequentato il liceo delle scienze umane Don Giuseppe Fogazzaro a Vicenza, dove ha conosciuto il cantante Sangiovanni del quale è molto amica.

Mara Sattei – “Duemilaminuti”. Sorella del rapper Tha Sup, usa uno pseudonimo che inverte le prime lettere del nome e del cognome. Il suo nome reale è infatti Sara Mattei.

Marco Mengoni – “Due vite”. È il papa del festival (quello che rischia di uscire cardinale) ha più volte affermato che le sue più grandi ispirazioni musicali sono David Bowie, Michael Jackson e Renato Zero.

Modà – “Lasciami”. Festeggiano sul palco di Sanremo i loro vent’anni di attività (anzi 21).

Mr. Rain – “Supereroi”. Mattia Balardi, il vero nome di Mr. Rain, ha scelto questo pseudonimo perché ama scrivere nei giorni di pioggia, momenti malinconici in cui riesce a esprimere il meglio di sé stesso.

Olly – “Polvere”. Nel 2020 Olly pubblica così il suo primo, e per ora unico, album da solista Io Sono, che con le sue sette tracce conferma il suo successo soprattutto grazie ai brani Paranoie e Mai E Poi Mai.

Paola & Chiara – “Furore”. Già coriste degli 883 agli esordi, è stata proprio la presenza insieme sul palco di Max Pezzali nel 2022 a ricomporre il duo delle sorelle Iezzi.

Rosa Chemical – “Made in Italy”. Già visto come ospite di Sanremo, nel 2022, di Tananai, Manuel Franco Rocati usa come pseudonimo Rosa Chemical che è l’unione dei termini Rosa, tributo alla madre e Chemical alla band My Chemical Romance.

Sethu – “Cause perse”.Pseudonimo di Marco De Lauri, è un rapper e cantante italiano originario di Savona, dove è nato nel 1997. Si ispira al metal e punk, tanto che il suo nome è una citazione a At the Gate of Sethu, album dei Nile.

Shari – “Egoista”. Shari Noioso è salita alla ribalta giovanissima nel 2015, quando ha preso parte alla seconda edizione di Tú sí que vales su Canale 5 e si è esibita durante la finale senza però classificarsi sul podio.

Tananai – “Tango”. Alberto Cotta Ramusino, vera rivelazione dello scorso anno, ha dichiarato di aver sofferto di obesità e di essere stato vittima di bullismo.

Ultimo – “Alba”. Romano di San Basilio ha uno stretto legame anche con la tradizione cantautorale della sua città come emerge dal singolo Fateme cantà, il cui testo è completamente in dialetto romanesco, e nel cui video musicale compare Venditti.

Will – “Stupido”. Nato a Vittorio Veneto nel 1999, inizia la sua carriera nel 2019 quando inizia a pubblicare le prime canzoni su YouTube.

Queste sono le 30 curiosità sul festival di Sanremo 2023. Quante ne conoscevi? Commenta e condividi pure l’articolo e seguici sui nostri social.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

back to top